Filodivino, tra Verdicchio e Lacrima

Filodivino

Nel pittoresco paesaggio collinare di San Marcello, nasce un progetto vitivinicolo che cattura l’essenza dell’innovazione e della tradizione: Filodivino. Questa avventura, iniziata da Alberto Gandolfi, riflette un ritorno alle origini, un desiderio di riscoprire la connessione con la terra attraverso ritmi di vita più autentici e naturali.

La nascita di Filodivino è un tributo al valore del lavoro manuale e alla bellezza intrinseca del territorio italiano, puntando a produrre vini che raccontino storie di qualità, passione e dedizione.

Filodivino

Un gioiello di modernità nel rispetto della natura

La cantina Filodivino, ultimata nel 2018, rappresenta un vero esempio di come l’architettura moderna possa convivere armoniosamente con l’ambiente. Scavata nella collina, la struttura è progettata per minimizzare l’impatto visivo sul paesaggio, fondendosi con esso in modo quasi invisibile.

Le volte che dal soffitto corrono su tutta la parete sino a raggiungere il piano inferiore, dove si trovano la barricaia e i locali di vinificazione, somigliano all’interno di una botte creando un continuum concettuale davvero straordinario.

Al piano inferiore si trovano ovetti di cemento, anfore in terracotta quindi barrique e infine silos di acciaio con vasche di diverse dimensioni per lavorare con micro-vinificazioni separate delle differenti parcelle.

Motivo di vanto, nonché ulteriore spinta nella crescita qualitativa e concettuale dell’azienda, è la collaborazione enologica con Luca Dattoma.

Filodivino

Verdicchio e Lacrima: un impegno per la biodiversità

La scelta di concentrare quasi il 95% della produzione sui vitigni autoctoni Verdicchio e Lacrima di Morro dà vita a una gamma di vini che esprimono la ricchezza e la diversità del territorio. Filodivino si impegna a esplorare ogni possibile espressione di questi vitigni, creando vini che sono veri e propri racconti liquidi delle loro origini.

Dalla freschezza del Perturbato, rifermentato in bottiglia, alla complessità del Coccio, macerato in anfora, ogni vino è una testimonianza della filosofia di Filodivino: rispetto per la terra, passione per il vino e innovazione costante.

Filodivino

Un invito a scoprire Filodivino

Filodivino rappresenta un’esperienza enologica che combina armoniosamente tradizione e innovazione, offrendo non solo vini di alta qualità ma anche un viaggio nella cultura e nella bellezza del territorio italiano. Questo progetto è un’espressione autentica dell’amore per la terra e per il vino, un invito aperto a tutti coloro che desiderano avvicinarsi al mondo vitivinicolo italiano e scoprirne le eccellenze.

Visitare Filodivino significa intraprendere un viaggio sensoriale unico, dove ogni sorso racconta la passione e la dedizione di chi lavora ogni giorno per trasformare l’uva in poesia.

COSA ASPETTI?

Vuoi partecipare anche tu al prossimo evento Mostovivo? E allora iscriviti alla nostra newsletter e resta aggiornato su tutte le prossime date!

Condividi

Altri articoli

verdicchio

Il Verdicchio, un migrante dal nord

È una storia controversa, quella del Verdicchio, vitigno autoctono marchigiano. Ad onor del vero, tuttavia, quest’uva non ha sempre fatto parte del patrimonio ampelografico della

amarone valpolicella

Amarone della Valpolicella

TRA LEGGENDA E REALTA’ È il 1936 e nella barriccaia di Villa Mosconi, sede operativa della Cantina Sociale Valpolicella, istituita nel 1933 da Gaetano Dall’Ora,

3 miti sul vino

Introduzione Quante volte, approcciandoci a una bottiglia abbiamo sentito quel nostro amico darci delle chicche del tipo “mettici il cucchiaino nel collo se non hai

CONTATTACI